A Cavour torna “Tuttomele” con la 38^ edizione della manifestazione regionale


TUTTOMELE™, manifestazione autunnale di livello REGIONALE che dal 1980 richiama a CAVOUR moltissimi visitatori.

Mostra mercato frutticola, gastronomica e commerciale con oltre 200 stand commerciali e centinaia di bancarelle, bande musicali, degustazioni, spettacoli, , mostre artistiche ed eventi sportivi
TUTTOMELE™,  presenta e vende le migliori qualità di mele dei produttori dei 10  Comuni del CIFOP.

Incredibili sono le qualità e le quantità di mele che vengono esposte (e vendute) durante la festa. A vederle dall’alto, per la varietà dei colori assomigliano a festosi coriandoli.
Inoltre, i commercianti allestiscono i loro negozi e botteghe, partecipando al concorso di “La mela in vetrina”.

TUTTOMELE™,  sulla strada delle mele

E’ il tema della 38^ edizione di TUTTOMELE™ 2017. Grazie al partenariato con la REGIONE PIEMONTE Assessorati allo SPORT, TURISMO e CULTURA, l’evento TTM sarà l’occasione per il rilancio della “Strada delle mele Pinerolese”, quindi dal manifesto, agli eventi in programma tutto sarà focalizzato su questo percorso.

Storia della Strada delle mele Pinerolese
Nel 2009, su volontà di quindici amministrazioni locali, con il sostegno di Provincia di Torino e Atl, è stata inaugurata la Strada delle Mele del Pinerolese, percorso di 63 km che si snoda attraverso 15 comuni della pianura e della collina pinerolese, toccando un centinaio di aziende frutticole ricadenti nel consorzio Pinfruit, la frutta del pinerolese. 

La Strada delle Mele, circuito ad anello, interseca sul territorio due tra i primi esempi di riqualificazione di ex sedimi ferroviari in piste ciclabili pure: la via delle Risorgive, tracciato di 20 km da Moretta ad Airasca, e la via della Pietra di Luserna, tracciato di 12 km da Bricherasio a Barge. Entrambi i percorsi sono in via di ultimazione e i primi tratti già realizzati sono già oggi punto di riferimento per il cicloturismo locale e turistico.

Tra i più recenti progetti di sviluppo cicloturistico, è stata sottoscritta dai comuni di Cavour e Pinerolo la Carta d’Intenti del Progetto Ciclovia del Po da Torino al Monviso (naturale prosecuzione di VenTo). Il progetto “Le quattro abbazie”, inoltre, di potenziale respiro culturale europeo, sostiene la promozione culturale e turistica di un percorso di valorizzazione delle abbazie di Cavour, Staffarda (Revello), Abbadia Alpina (Pinerolo) e Monte Bracco (Barge).

I Comuni ora convenzionati sono: Bricherasio, Cavour, Frossasco, Luserna San Giovanni, Macello, Pinerolo, San Secondo, Bibiana, Campiglione Fenile, Cumiana, Garzigliana, Lusernetta, Osasco, Prarostino.

LE CARATTERISTICHE DELLA STRADA DELLE MELE PINEROLESE

Linearità del tracciato: La creazione del percorso ad anello della Strada delle mele ricalca percorsi cicloturistici individuati da tempo ed inclusi, ad esempio, fin dal 2003, sulle guide Esterbauer, vera e propria “bibbia” del cicloturismo europeo. Il road book Esterbauer inserisce il percorso tra “Le più belle escursioni attraverso il paradiso dei gourmet”.

– Sicurezza: La Strada delle mele si snoda su strade a basso flusso di traffico per oltre il 90 per cento del percorso. La Regione individua come “percorso ciclistico” una strada con il passaggio di meno di 1000 veicoli al giorno. La Strada delle mele si sviluppa su strade prevalentemente di campagna o di collina, già individuati e “collaudati” dai progetti precedenti (Marca Pinerolese, ciclopiste della pianura Pinerolese). Il completamento del recupero dell’ex ferrovia Bricherasio-Barge permetterà inoltre la realizzazione di 12 km di strada riservata alle sole biciclette.

– coerenza: la Strada delle mele è già stata ideata come un percorso tematico, per la valorizzazione delle eccellenze locali (frutta, carne, gastronomia).

– Interconnessione: La Strada delle mele sono collegate direttamente a Eurovelo 8, attraverso il collegamento con l’asse della Via delle risorgive Villafranca-Airasca. Esiste inoltre una connessione con la via del Monviso attraverso Barge e la connessione con le route che si spingono in territorio francese lungo la val Chisone (via dei Romani, via Napoleonica, route D’Artatgnan) e le valli Valdesi (colle della Croce, Grane rimpatrio dei Valdesi).

– Segnaletica: nel corso degli anni la Strada delle Mele e i percorsi della Marca Pinerolese sono stati oggetto di investimenti per la posa della segnaletica verticale. Oggi almeno l’80 per cento del percorso risulta già provvisto di segnaletica.
La Strada delle Mele ha un proprio sito internet www.stradadellemelepinerolese.it contenente indicazioni e percorsi ed è disponibile una app dedicata (Strada delle mele pinerolese) per Android e Ios-Iphone.

 

Condividi questa notizia