Etruschi e Velathri – Origini e sviluppo della prima civiltà italica


Anche quest’anno l’Associazione Pro Volterra, in collaborazione con la Fondazione Cassa di Risparmio di Volterra, organizza una serie di incontri a carattere storico nei quali verrà affrontato un periodo particolarmente importante della storia di Volterra e del suo territorio.
Negli anni scorsi abbiamo, di fatto, effettuato un percorso che ci ha portato ad affrontare vari periodi storici fino ad arrivare al Rinascimento ed al ‘600.
Nell’intento di soddisfare il più possibile le curiosità e gli interessi delle tante persone che ci seguono puntualmente (l’ultima edizione a visto oltre settanta iscritti), quest’anno affronteremo un periodo storico completamente diverso.
Infatti, in molti, forse incuriositi anche dai recenti rinvenimenti archeologici che hanno caratterizzato la città di Volterra, ci hanno chiesto di parlare del periodo etrusco ed, in particolare, della fase storica che ha visto la nascita della città.
A tale proposito dobbiamo ringraziare i molti che ci hanno fatto giungere le loro richieste e proposte al già noto indirizzo e-mail HYPERLINK “mailto:eventi@provolterra.it”eventi@provolterra.it; all’uopo predisposto dall’Associazione Pro Volterra e appositamente dedicato per inviare idee e richieste sull’argomento degli eventi da organizzare, ovvero pareri su eventi già conclusi.
Pertanto, il percorso culturale di quest’anno, costituito da sette incontri settimanali, avrà come titolo “ETRUSCHI E VELATHRI – ORIGINI E SVILUPPO DELLA PRIMA CIVILTA’ ITALICA”.
Un panorama storico che si articola in un periodo di molti secoli: dall’età del bronzo, con i primi insediamenti, fino al periodo arcaico, culmine dell’evoluzione della nazione etrusca, passando attraverso le varie tesi sull’origine dei “Rasenna” ed il consolidamento di questa civiltà sull’acrocoro volterrano con la nascita della città e le sue peculiarità urbane, cinte murarie, necropoli, luoghi di culto e vita quotidiana.
Anche in questa edizione interverranno, quali relatori, personalità di comprovata competenza della materia e ciò consentirà di affrontare il periodo storico mediante la disamina di vari contesti tra loro complementari, quali l’aspetto archeologico, il contesto storico-sociale, quello religioso e quello urbanistico della città.
Come di consueto, contestualmente ad un’inquadratura storica di carattere generale, i vari argomenti affrontati saranno declinati sulla realtà del “Volterrano”.
Ma non mancheranno iniziative di particolare interesse; infatti, in occasione del quarto appuntamento (4 aprile), oltre al consueto incontro presso il Centro Studi come da programma, sarà prevista anche una visita alla mostra dei reperti rinvenuti in Loc. Ortino, che aprirà il prossimo 30 marzo all’ultimo piano del Palazzo dei Priori, con la presenza e la guida della Dott.ssa Elena Sorge, Ispettrice della Soprintendenza Archeologia Belle Arti e Paesaggio per le province di Pisa e Livorno. In tale occasione anticiperemo l’orario di inizio, per una durata complessiva dell’incontro di ben due ore e mezzo.
Di seguito anticipiamo i nomi dei relatori e gli argomenti che saranno trattati.
Claudio Gazzarri – Resp. Beni Culturali e Monumentali – Associazione Pro Volterra
– Le origini dell’etnos etrusco: formazione o provenienza.
– Velathri “città murata”: cinte murarie e opere di sostruzione.
Giacomo Baldini – Curatore scientifico Museo Archeologico R. B. Bandinelli – Colle di Val d’Elsa
– Katà kόmas. Dal centro protourbano alla città di Velathri.
– Dal centro alla periferia. Sulla nascita del territorio dell’etrusca Velathri: la Valdelsa.
Visita guidata con la Dott.ssa Elena Sorge alla mostra in Palazzo dei Priori sui reperti archeologici rinvenuti in Loc. Ortino.
Lisa Rosselli – Ricercatore di Etruscologia e Antichità Italiche – Università di Pisa
– Sepolture e riti funerari a Volterra tra l’età del Ferro e l’età Arcaica.

Condividi questa notizia