Le Pro Loco del Fvg guardano al futuro – Successo per il Forum


Successo per il Forum del turismo on the road – Pro Loco FVG verso il 2025, che quest’oggi ha visto a Villa Manin 150 partecipanti in rappresentanza di 90 Pro Loco regionali elaborare progetti per il futuro delle loro associazioni e la loro vocazione turistica. Divisi in 15 gruppi, ognuno nominato con il nome di un vitigno autoctono, i partecipanti hanno poi messo ai voti i vari elaborati prodotti: alla fine ha vinto il gruppo abbinato al vitigno Cordenossa con un progetto legato all’ascolto del territorio e delle sue proposte. A premiare i vincitori con un viaggio in mongolfiera sopra alla regione il presidente delle Pro Loco del Friuli Venezia Giulia Valter Pezzarini, il presidente nazionale delle Pro Loco Antonino La Spina e il vicepresidente del Friuli Venezia Giulia Sergio Bolzonello. 
 
Il Forum è stato promosso dal Comitato Regionale Unpli FVG, PromoTurismo FVG e Assessorato al Turismo della Regione Friuli Venezia Giulia, in collaborazione con Laborplay (Spin off dell’Università degli studi di Firenze) e si è svolto con un format avvincente e innovativo che lungo la giornata ha alternato confronto, condivisione e gioco grazie all’aiuto dei facilitatori di Laborplay e ad Andrea Appi e Ramiro Besa, in arte “I Papu”, il duo comico più famoso e divertente del Friuli Venezia Giulia. Nella seconda parte ha portato l’esempio della sua realtà, nella sezione best practice, Enrico Faes, presidente della Federazione Trentina delle Pro Loco e presidente della Pro Loco di Calavino.
 
“Obiettivo raggiunto – ha commentato soddisfatto il presidente delle Pro Loco del Friuli Venezia Giulia Valter Pezzarini – una grande partecipazione con la quale ora ci proiettiamo al futuro”. 
 
“Grande coinvolgimento – ha aggiunto Antonino La Spina presidente nazionale delle Pro Loco – con le Pro Loco che si sono messe in gioco in prima persona”. 
 
“Il sistema delle Pro Loco – ha concluso Sergio Bolzonello vicepresidente del Friuli Venezia Giulia – è diventato la spina dorsale del turismo legato al volontariato a fianco di quello professionale, dando il proprio contributo all’aumento di 1 milione di presenze registrato in questi anni”. 
 
 
Condividi questa notizia