“Il Dialetto come strumento musicale e poetico” a Sinagra | 31 gennaio ’19


Giovedì 31 gennaio a Sinagra, nella sala delle conferenze del Palazzo Salleo, entra in scena la lingua siciliana: “Il Dialetto come strumento musicale e poetico”.
Si tratta della “giornata Nazionale del dialetto e della lingua locale” organizzata dall’UNPLI .
Al fine di onorare il linguaggio dei nostri padri, retaggio della nostra storia, della storia della Sicilia tutta, la Pro Loco, l’amministrazione comunale di Sinagra, l’Università di Messina e l’Unpli hanno organizzato e patrocinato una conferenza con lo scopo di far rivivere e rinvigorire il linguaggio fonetico e musicale che ha distinto la Sicilia nel mondo e che tanti imitano per meglio esprimere il significato di concetti che altre lingue non riescono come il nostro dialetto parlato.
Per tale scopo sono stati chiamati con i due studiosi locali del canto popolare, Melo Ballato e del dialetto linguistico Domenico Orifici, a trattare l’argomento, altre personalità di spicco nelle materie che riguardano la lingua e il canto dei nostri padri. Dopo i saluti del Sindaco Nino Musca e della dott.ssa Enza Mola, Si alterneranno il professore e artista Cono Messina, il reverendo arciprete Don Nino Nuzzo, l’autore Domenico Orifici, il cantautore Melo Ballato, i Professori dell’Università di Messina. Mauro Geraci e Filippo Grasso.
La conferenza sarà moderata dal Direttore Ristonews RistoWorld Italy Marcello Proietto di Silvestro
Inoltre si alterneranno al microfono per la lettura: la cantante Clara Mancuso e il giornalista Fabio Todaro.

Condividi questa notizia