Salva la tua lingua locale: il 21 febbraio la premiazione della sezione Scuola


Tutto pronto per la premiazione della sezione “Scuola” del premio letterario nazionale per le opere in dialetto o lingua locale, in prosa, poesia e musica “Salva la tua lingua locale”.  La cerimonia si svolgerà giovedì 21 febbraio (alle ore 10, nella sala della Protomoteca, in Campidoglio a Roma) in occasione della “Giornata internazionale della Lingua Madre” voluta dall’Unesco per promuovere la diversità linguistica culturale e il multilinguismo. Obiettivi che il premio “Salva la tua lingua locale” ha avuto ben chiari sin dalla prima edizione, anche grazie al riconoscimento che l’Unesco ha attribuito nel 2012 all’Unione Nazionale delle Pro Loco, accreditandola come ong in grado di fornire consulenza e supporto al Comitato Intergovernativo per la Salvaguardia dei Patrimoni Culturali Immateriali (saperi, tradizioni, artigianato, memorie) L’evento sarà condotto dalla giornalista e presentatrice televisiva, Veronica Gatto.

Il premio è stato istituito dall’Unione Nazionale delle Pro Loco e da Legautonomie Lazio, è organizzato in collaborazione con il Centro Internazionale Eugenio Montale, e, per la sezione “Scuola”, con l’ong “Eip-Scuola Strumento di Pace”.
La mattinata sarà aperta dai saluti dell’assessora alla Persona, Scuole e Comunità solidale di Roma Capitale, Laura Baldassare. È stato invitato a partecipare il Sottosegretario al Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, Salvatore Giuliano.
La manifestazione entrerà nel vivo con gli interventi di Antonino La Spina, presidente dell’Unpli, Bruno Manzi, presidente Legautonomie Lazio, Giovanni Solimine, presidente onorario “Salva la tua lingua locale” e Anna Paola Tantucci, presidente E.I.P Italia.

Nel corso della cerimonia interverranno anche il poeta Elio Pecora, presidente della giuria della sezione “Scuola”, e Silvana Ferreri De Mauro, professore ordinario di Didattica delle lingue moderne presso l’Università di Viterbo. Durante l’evento si terrà anche la rappresentazione di “C’era una volta… nel regno dei suoni e dei dialetti”, a cura del Teatro Verde di Roma.
Chiude il programma l’assegnazione dei riconoscimenti ai presidenti delle Pro Loco, alle istituzioni comunali, ai riferimenti del mondo della scuola e dell’associazionismo che si sono distinti per la promozione del premio, per l’attiva collaborazione con le scuole e per la competenza linguistica

Condividi questa notizia