Convegno ‘Resistere oggi per progettare il futuro’ a Cocullo (AQ) | 28 aprile ’19


Domenica 28 aprile avrà luogo il Convegno “Resistere oggi per progettare il futuro”. L’incontro, continuazione ideale del convegno dello scorso anno, è aperto alla partecipazione delle associazioni dei piccoli centri dell’Italia centrale.

I rappresentanti di esse porteranno la loro esperienza per salvare i paesi ma anche per dare un futuro alle tante eccellenze culturali che le caratterizzano. Al centro anche la candidatura della Festa di san Domenico Abate e Rito dei Serpari a patrimonio Unesco, con l’intervento degli antropologi e degli erpetologi.

Questo convegno vedrà protagoniste le associazioni che operano nei piccoli centri dei paesi del Centro Italia a rischio di spopolamento ed abbandono.

La precaria situazione in cui si vive in questi paesi, molti dei quali recentemente colpiti da calamità naturali, rischia di mettere in crisi anche manifestazioni prestigiose che vi si svolgono da anni e che sono il vanto dell’Italia.

Alcuni di essi, come la Festa di Cocullo, sono candidati a Patrimonio immateriale dell’Umanità Unesco. Per Cocullo, poi, la candidatura nella “Lista di salvaguardia urgente” si inquadra perfettamente nella tematica che intendiamo sviluppare nel convegno.
Un anno fa affrontammo il problema, grazie all’ANCI, con i sindaci dei Comuni. Quest’anno coinvolgeremo quella che viene spesso chiamata “società civile”, ossia il mondo dell’associazionismo che rappresenta il perno delle comunità locali.
Lo faremo portando esempi concreti di comunità che resistono. Cercando, a conclusione dell’evento, di proporre una idea che faccia rete e che possa rappresentare un punto di aggregazione per uno sviluppo condiviso.
Già da qualche tempo abbiamo iniziato la fase preparatoria con il coinvolgimento delle associazioni, tra cui l’Unpli, l’Arci, la Uisp ed il CSV, con la dirigenza regionale.

Condividi questa notizia