Ceramica tutta da vivere a Borgo San Lorenzo (FI)


Sono stati tre giorni intensi e molto laboriosi quelli vissuti lo scorso fine settimana a Borgo San Lorenzo dove, nel cuore del centro storico, è andata in scena la seconda edizione di Fabrica32, festival della Ceramica e Contaminazioni artistiche che celebra Borgo San Lorenzo “Città della Ceramica” e che si propone di promuovere e incentivare una delle grandi tradizioni del capoluogo mugellano: la ceramica. L’evento, organizzato dal Comune di Borgo San Lorenzo e dalla Pro Loco di Borgo San Lorenzo con la direzione artistica di Serena Pinzani, ha visto quest’anno l’eccezionale presenza di Montelupo Fiorentino, Città della ceramica ospite, grazie al formidabile gruppo dell’Unione delle Fornaci della Terracotta di Samminiatello Montelupo Fiorentino che per tre giorni ha dato vita ad un vero e proprio laboratorio open air, impastando e plasmando argilla, lavorando con torni, tornietti da decoro, decorando e producendo centinaia di vasi, orci, anfore, fino alla spettacolare apertura, sabato sera, del forno in fibra ceramica portato alla temperature di 1000 gradi che ha restituito meravigliosi pezzi ceramici. I Terracottai erano uno dei sei punti laboratoriali all’interno della Pottery Zone di Fabrica32, con laboratori e dimostrazioni aperte a tutti, grandi e piccini. 66 kg di argilla impiegati per realizzare formelle, come quelle stupende del progetto In_F.Orma ConCretaMente: realizzato con la Scuola Media Giovanni della Casa di Borgo San Lorenzo, sulle orme della Famiglia Chini, a cura di Paola Margheri, come i laboratori delle artiste borghigiane Claudia Defausti e Alice Gori, i laboratori di Antigon’art e le prove al tornio dell’instancabile Alberto Giampieri ceramista. Presenza d’eccezione l’esperta di Ceramica Terapia Manuela Lupino che ha fatto provare a bambini adulti e anche nonni i benefici effetti del modellare l’argilla. Un ringraziamento speciale agli artisti che hanno esposto le loro opere: i CerAmici di Luca Canavicchio, Stefano Innocenti, Maurizio Biagi, Goffredo Rontini, Benedetta Manfriani, Piergiorgio Bani.
Plasmare e partire dalla lavorazione della materia è stato uno dei leit motiv di questa seconda edizione che ha scelto anche come filo conduttore la ceramica in cucina. E così nell’area cibo e ceramica, all’insegna della buona cucina mugellana, si è concretizzata la Piazza delle Associazioni: tutte le associazioni del volontariato culturale riunite insieme con la Pro Loco per promuoversi, far conoscere programmi futuri, offrire ottimi tortelli e squisiti dolci. Un ringraziamento speciale a Organo Stefanini, Teatro Idea, Live Art, La Caldana, Non faremo molto rumore per nulla, Corale Santa Cecilia, Il Piccolo, Lo Scrittoio, Infermiere e Ostetriche in scena che hanno animato e dato vita ad una bellissima piazza delle associazioni. Importante anche la collaborazione con l’Associazione E20 e l’associazione Stare che, insieme a Elisa Marianini e Terraetrekking, hanno curato conferenze, visite guidate ed escursioni ambientali sulle tracce dei Chini e alla scoperta dell’argilla. La musica, gli spettacoli, la danza, il teatro, l’animazione per bambini, gli artisti di strada hanno accompagnato queste sere di Festival creando una bella contaminazione su più livelli.
Assegnati anche i premi della seconda edizione del Concorso per ceramisti: Alessia Prosperi di Pietrasanta vince il premio della giuria di qualità, mentre Silvano Ceccherini quello della Giuria popolare.
“Una seconda edizione arricchita commenta Cristina Becchi assessore e vicesindaco del Comune di Borgo San Lorenzo – Sono molto soddisfatta del risultato, un’edizione che determinava la direzione in cui sarebbe andata la manifestazione. Ci sono state novità importanti che hanno arricchito e fatto crescere di livello l’evento. Possiamo lavorare per una terza edizione partendo proprio dal grande risultato ottenuto. Ci tengo a ringraziare le associazioni che hanno partecipato, è stato molto bello vederle partecipare tutte insieme. Grazie anche a chi ha arricchito Fabrica32: i Terracottai di Montelupo, il Sindaco Masetti, gli artisti ma soprattutto i volontari della Pro Loco che fino a tarda notte domenica sono rimasti in piazza a smontare per far sì che questo evento avesse il successo che si merita. Successo che conferma ancora una volta la forza della collaborazione tra Amministrazione comunale e Pro Loco. E per questo ringrazio il Presidente Alessio Cepecchi e la direttrice Serena Pinzani che hanno dimostrato ancora una volta di credere sempre in quello che fanno. E questo fa la differenza rispetto a tante altre manifestazioni.”
“Sono stati giorni intensi – spiega il Presidente della Pro Loco Alessio Capecchi – Fabrica32 è un evento affascinante quanto complesso. Una sfida, in un certo senso, perché mettere la cultura al centro di questi tempi non è semplice. Ma la Pro Loco ce la sta mettendo tutta e i risultati si vedono. Questo grazie ai volontari che non si sono fermati un attimo: a loro si deve il successo di questa seconda edizione.”
“Vorrei semplicemente ringraziare tutti coloro che si sono impegnati e messi a disposizione per questa seconda edizione commenta Serena Pinzani Direttore artistico – in primis i volontari della Pro Loco, gli operatori, gli artisti, le compagnie teatrali e i gruppi musicali, i commercianti del CCN e di Via Mazzini per la disponibilità e per la collaborazione nonché l’ufficio tecnico ed il personale del cantiere del Comune, il Corpo di Polizia Municipale e anche tutti i residenti del centro storico che hanno avuto la pazienza di sopportare qualche piccolo disagio. Questa seconda edizione ci ha lasciato addosso la forza plasmante della materia. Ne faremo tesoro pensando già alla terza.”

Condividi questa notizia