A piedi da Assisi a Roma per valorizzare i Cammini italiani Il 4 ottobre 2015 da Assisi alle 12.30, dopo l’accensione della lampada votiva, partirà la seconda staffetta “Da Francesco a Francesco”. Dieci tappe che, dalla piazza Inferiore di Assisi, toccheranno i luoghi più suggestivi del percorso francescano, fino ad arrivare il 14 ottobre a Roma in piazza San Pietro per l’Udienza papale.  La manifestazione, organizzata dall’Unione Nazionale Pro Loco d’Italia (Unpli), è inserita nel progetto Camminitaliani.it. che ha come obiettivo la promozione delle antiche vie del pellegrinaggio.

L’interesse – ha detto il presidente dell’Unpli, Claudio Nardocci –  intorno alla staffetta sta crescendo sempre più. Dopo gli ottimi risultati dello scorso anno constatiamo una grandissima adesione legata anche a tutto il pluriennale progetto dell’Unpli “Cammini Italiani”. Un lavoro che nasce dalla volontà di sostenere gratuitamente tutti i Cammini italiani esistenti, non creando ulteriori alternative o concorrenze, nell’unico intento di promuoverli e valorizzarli in Italia e all’estero. Nei prossimi anni contiamo di consolidare questi risultati, inserendo stabilmente l’iniziativa tra i grandi appuntamenti dei Cammini Italiani. Ringrazio tutti i nostri partner che hanno interpretato al meglio la nostra idea di camminare insieme“.

“Da Francesco a Francesco” sarà percorsa a piedi dai pellegrini guidati da un camminatore esperto e toccherà Foligno, Spoleto, Val Nerina, Collestatte, Piediluco, Greccio e la Valle Santa Reatina, passando poi per Monterotondo per arrivare a Roma Monte Sacro. Le associazioni Pro Loco presenti su tutto il percorso staffetta garantiranno l’accoglienza all’arrivo serale dei pellegrini, oltre ad un mezzo di trasporto per le emergenze e per i bagagli.

La partenza da Assisi sarà anche il momento dell’incontro con il gruppo in cammino verso Parigi per il “Pellegrinaggio dei Popoli”, un movimento di persone che, camminando, esprimono pacificamente la propria preoccupazione sui cambiamenti climatici.

La staffetta – ha detto il presidente di Unpli Umbria, Francesco Fiorelli – attraverserà praticamente tutta l’Umbria e valicherà il confine laziale, i camminatori passeranno, quindi, per quella che era chiamata storicamente la ‘cerniera d’Italia’. Una scommessa questa della staffetta e dei Camminitaliani molto importante sia per tutte le Pro Loco d’Italia che per quelle umbre. Il giorno dei festeggiamenti del Patrono d’Italia, San Francesco, e la staffetta “Da Francesco a Francesco” nel giro di un anno, si sono unite per diventare a oggi una vera e propria tappa, rilevante per Assisi e Roma, due città legate da un cammino fondamentale nel passato e ancora presente e sentito nel presente”.

Infine il 15 ottobre presso la Sala della Protomoteca in Campidoglio si terrà un incontro con i pellegrini del “Pilgrim Crossing Borders”, in viaggio dalla Norvegia verso la Terra Santa. Le Settimane dei Cammini Italiani, la cui prima edizione si è svolta nell’ultima decade di settembre 2014, coinvolge tutto il territorio nazionale con una serie di iniziative, eventi, convegni finalizzati alla promozione di tutti i cammini italiani: preziose realtà storiche, artistiche e culturali per il nostro Paese.

COME PARTECIPARE

La staffetta partirà domenica 4 ottobre da Assisi in tarda mattinata ed arriverà la mattina del 14 Ottobre a Roma in Piazza San Pietro per l’udienza papale. I camminatori si muoveranno nell’arco della giornata sotto la guida di un camminatore esperto. La partecipazione è gratuita. Stiamo attivando le Pro Loco lungo il percorso per l’accoglienza all’arrivo mentre pasti e pernottamenti sono autonomi ed a carico dei partecipanti.
L’ UNPLI metterà a disposizione un pullmino di supporto per le emergenze e per eventuale trasporto bagagli (servizio gratuito ma da prenotare in anticipo).

Per prenotarsi occorre scrivere a segreteria@camminitaliani.it indicando il numero di partecipanti e i giorni in cui si vuole partecipare.

staffetta2015_percorso

Ufficio stampa UNPLI

www.camminitaliani.itufficiostampa@unpli.info
Facebook: www.facebook.com/UnioneProLoco
Twitter: @UNPLI

Condividi questa notizia