Porta a porta, La Spina (Unpli): “Spaziamo da animazione territori a tutela patrimonio culturale”


PORTA A PORTA, LA SPINA (UNIONE PRO LOCO): “SPAZIAMO DA ANIMAZIONE TERRITORI A TUTELA PATRIMONIO CULTURALE”
L’Unione delle Pro Loco conta 600mila volontari, 6200 sedi e oltre 30mila eventi organizzati in un anno
Importanti anche le collaborazioni con le amministrazioni comunali ed il supporto nella gestione dei servizi relativi a musei, siti storico-archeologici e biblioteche

Roma) Il presidente dell’Unione Nazionale delle Pro Loco, Antonino La Spina, interviene commentando lo scambio di battute andato in scena fra Renzi e Salvini, nel corso della puntata di ieri sera di “Porta a Porta”, condotta da Bruno Vespa, durante il quale il mondo delle Pro Loco è stato chiamato in causa incidentalmente.
“Le Pro Loco rappresentano un mondo estremamente articolato – afferma La Spina – che opera su più ambiti e direzioni: dalla promozione all’animazione dei territori, dall’accoglienza turistica all’inclusione sociale, alla salvaguardia del patrimonio culturale materiale e immateriale, ai molteplici progetti avviati con il Servizio Civile. Una rete fondamentale per l’intero Paese – prosegue La Spina – animata dalla straordinaria passione dei molti volontari che lavorano quotidianamente per promuovere i territori e tenere vive le nostre tradizioni: oltre 600mila volontari dislocati in tutta Italia, e coordinati in 6200 sedi, che costituiscono una delle associazioni più numerose e maggiormente radicata in Italia”.
La Spina prosegue fornendo ulteriori dati sulle attività ed il ruolo delle associazioni. “Le Pro Loco organizzano in Italia oltre 30mila eventi e sagre, valorizzate dalla nostra organizzazione attraverso un marchio di qualità, che puntano concretamente alla promozione dei prodotti tipici e dei territori. Le nostre associazioni sono molto attive – conclude – anche con moltissimi Comuni, di cui spesso sono il braccio operativo, svolgendo servizi necessari per i cittadini, quali, per citarne solo alcuni, la gestione dell’informazione turistica, l’animazione territoriale e il supporto nella valorizzazione turistica”. Significativo l’impegno delle Pro Loco anche nella gestione di servizi relativi a musei, siti storico-archeologici e biblioteche.

 

Condividi questa notizia