Padova Capitale Europea Volontariato, La Spina: “Le Pro Loco contribuiscono a tenere unita l’Italia”


Padova, 7 febbraio 2020) “Le Pro Loco sono presenti in tutte le località e con la loro azione contribuiscono a tenere unita l’Italia attraverso il principio della sussidiarietà ed il valore della comunità”, lo ha affermato il presidente dell’Unione Nazionale delle Pro Loco, Antonino La Spina, intervenendo durante la cerimonia di apertura di “Padova Capitale Europea del Volontariato 2020” che si è tenuta stamane nella città veneta.
La mattinata è stata aperta dall’intervento del presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, che ha dato il via all’iniziativa.

“Le nostre associazioni – ha proseguito La Spina – operano animando i territori, mantenendo e valorizzando il grande patrimonio storico delle tradizioni, riuscendo a dare quel senso di vitalità a borghi e località, con attività incessanti”.

La Spina ha continuato sottolineando anche alcuni dei dati elaborati dall’ufficio studi della Cgia di Mestre sull’attività delle 6200 Pro Loco presenti in Italia.

“I nostri volontari – ha detto – ogni anno mettono a disposizione ben 25 milioni di ore di volontariato, impegnandosi tutti i giorni da un capo all’altro dell’Italia. Ai 110mila eventi organizzati e promossi dalle Pro Loco nel 2018 hanno preso parte ben 88 mln di spettatori; iniziative arricchite dal pieno coinvolgimento delle famiglie e durante le quali, come capita sempre più spesso, si assiste al passaggio della partecipazione alla Pro Loco, dai nonni ai nipoti. La nostra è una grande famiglia che opera ed è presente anche in quei borghi dove abitano 7 abitanti: riuscendo ad organizzare eventi che mobilitano migliaia di persone”.

Le Pro Loco sono oltre 6200, articolate in comitati provinciali, regionali e unione nazionale e contano 600mila volontari, dei quali 300mila attivi.

Condividi questa notizia