L’UNPLI alla Camera dei Deputati


MontecitorioNardocci: «Poste le basi per una collaborazione con la Presidente della VII Commissione Cultura, Scienza e Istruzione»

Roma, 27.05.16. «Quella avviata con la Presidente della VII Commissione Cultura, Scienza e Istruzione della Camera dei Deputati è una collaborazione che riguarda obiettivi ambiziosi».

Con queste parole il Presidente UNPLI, Claudio Nardocci, ha commentato l’incontro che si è tenuto alla Camera dei Deputati con la Presidente della VII Commissione, l’On. Flavia Piccoli Nardelli, alla presenza del Presidente dell’Associazione Città del Bio, Antonio Ferrentino.

Dopo aver incontrato il Ministro dei Beni e delle attività culturali, Dario Franceschini, il direttore del Ministero del Turismo, Francesco Palumbo e il Capo di Gabinetto del Ministro Franceschini, Giampaolo D’Andrea, Nardocci in rappresentanza di 6000 Pro Loco, capillarmente diffuse su tutto il territorio nazionale, ha illustrato gli alti contenuti culturali dei progetti nazionali realizzati dall’UNPLI negli ultimi 12 anni, anche alla Presidente della VII Commissione della Camera.

Inoltre l’On. Flavia Piccoli Nardelli ha espresso l’intenzione di collaborare con le Pro Loco e di coinvolgerle per la stesura della legislazione che dovrà regolare il settore del patrimonio culturale immateriale.

«Ritengo che le Pro Loco – ha spiegato il Presidente UNPLI – possano mettere in campo tutta l’esperienza ultra decennale acquisita in ambito culturale e turistico»

«I presupposti – ha precisato Nardocci – per avviare una collaborazione con la Commissione parlamentare ci sono e sono avvalorati dall’interesse dimostrato dalla Presidente e da altri componenti la Commissione nei confronti del lavoro che l’UNPLI e tutte le Pro loco d’Italia portano avanti da dodici anni, in particolare con importanti progetti in collaborazione con il Ministero delle Politiche Sociali. In particolare si segnalano: “SOS Patrimonio culturale immateriale” (2008), “Abbraccia l’Italia” (2009) e, non da ultimo, “Salva la tua lingua locale”, il concorso avviato nel 2014 al fine di valorizzare le lingue locali d’Italia».

L’impegno dell’UNPLI al fianco delle oltre sei mila Pro Loco d’Italia per la salvaguardia e la tutela del patrimonio culturale immateriale è valso, nel 2012, un importante riconoscimento da parte dell’UNESCO: l’accreditamento dell’Associazione quale consulente del Comitato Intergovernativo previsto dalla Convenzione per la Salvaguardia del Patrimonio Culturale Immateriale.  Il lavoro proseguirà con l’obiettivo di sensibilizzare le comunità locali sulle potenzialità e le fragilità dei beni immateriali.

Maria Enrica Rubino

Condividi questa notizia