Servizio Civile: primo giorno per i 1321 volontari in forza alle Pro Loco d’Italia


ROMA – Prende il via oggi l’anno di Servizio Civile per i 1321 ragazzi che presteranno la propria opera presso le 930 sedi delle Pro Loco italiane.  Complessivamente sono 17 le regioni interessate e 49 i progetti presentati dall’Unione Nazionale delle Pro Loco d’Italia (Unpli) e approvati dal dipartimento nazionale del Servizio Civile e della Gioventù (Presidenza del Consiglio dei Ministri).

L’Unpli, inoltre, sin dal 2004 è accreditata presso il Servizio Civile nazionale, quale Ente di 1a classe nel settore di intervento: “Patrimonio artistico e culturale d/03 – valorizzazione storie e culture locali”.

“Grazie alle risorse del Servizio Civile Nazionale le Pro Loco d’Italia – dice il presidente di Unpli, Antonino La Spina – possono contare su un valore aggiunto per il quotidiano impegno che svolgono nei territori e per affermare le tante attività che vengono realizzate.  Nell’ambito dei 49 progetti approvati – continua – i volontari del Servizio Civile cureranno anche il recupero, l’archiviazione, la catalogazione e la tutela del patrimonio immateriale che rappresenta le radici della nostra cultura”. Attività per la quale l’Unpli dal 2012 è riconosciuta dall’Unesco.

“Sono soddisfatta per i progetti approvati e per i tanti volontari che da oggi inizieranno a supportare le attività delle Pro Loco – afferma Bernardina Tavella, responsabile del dipartimento Servizio Civile dell’Unpli – centriamo un importante risultato, frutto del costante impegno profuso”.

Condividi questa notizia