Le Pro Loco FVG puntano sulle Ecofeste


LE PRO LOCO FVG PUNTANO SULLE ECOFESTE: INCONTRO A VILLA MANIN IL 27 GIUGNO PER LIMITARE L’IMPATTO AMBIENTALE DELLE SAGRE SERVIZIO CIVILE: IL BANDO PER 50 POSTI IN SCADENZA

Pezzarini: “Due progetti fondamentali per il nostro futuro”Manifestazioni sempre più ecosostenibili e maggiore coinvolgimento dei giovani: questi i due punti cardine dell’attività per l’estate 2017 Pro Loco del Friuli Venezia Giulia, che nei prossimi giorni vivranno due appuntamenti importanti.

Lunedì 26 giugno sarà l’ultimo giorno da parte di giovani tra i 18 e 28 anni di fare domanda per il Servizio civile nazionale in 50 posti sul territorio regionale. Martedì 27 giugno invece nella sala convegni di Villa Manin di Passariano alle 18, si terrà un incontro con l’ingegner Flavio Gabrielcig della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia sul tema delle Ecofeste, ovvero quelle manifestazoni che puntano a un basso impatto ambientale e che la Regione stessa è pronta a finanziare con un contributo.

“Lungo la serata – ha spiegato Valter Pezzarini presidente del Comitato regionale del Friuli Venezia Giulia dell’Unione nazionale Pro loco d’Italia – saranno forniti tutti i dettagli su come limitare l’impatto ambientale sotto il profilo della produzione dei rifiuti. Devo dire che le Pro Loco nostre associate sono già da alcuni anni attive in quest’ottica “green”, per esempio con l’utilizzo di stoviglie compostabili in materiale biodegradabile o riutilizzabili utilizzando posate in metallo e piatti in ceramica. Un’attenzione che già noi come Comitato abbiamo messo in campo durante Sapori Pro Loco con le stoviglie biodegradabili e una particolare cura della raccolta differenziata”.

L’incontro a Villa Manin servirà anche a illustrare i termini per richiedere il contributo regionale entro il 17 luglio da parte delle Pro Loco. Il tutto per un importo pari al 50% della spesa ritenuta ammissibile e comunque per un importo massimo di 2 mila 500 euro. Il regolamento prevede inoltre delle azioni facoltative, rimesse alla libera scelta del beneficiario e volte alla prevenzione della produzione dei rifiuti, che accrescono la percentuale del contributo concesso, il cui importo massimo può arrivare a 5 mila euro.

Per quanto riguarda il servizio civile ancora una volta il Comitato regionale del Friuli Venezia Giulia dell’Unione nazionale Pro loco d’Italia si è visto approvare il proprio progetto educativo-turistico, risultato uno dei migliori della Penisola. Entro il 26 giugno come detto si potrà infatti fare domanda per uno dei 50 posti sul territorio regionale del progetto “Il Patrimonio enogastronomico regionale in un percorso tra storia, tradizione e nuovi stili alimentari”, rivolto a giovani tra i 18 e 28 anni che riceveranno un compenso di 433,80 euro al mese e che saranno impegnati per 12 mesi. Le selezioni si svolgeranno dal 18 al 21 luglio a Villa Manin di Passariano. Tutti i dettagli e i documenti da presentare su www.prolocoregionefvg.org.

“I selezionati – ha concluso Pezzarini – svolgeranno un anno di attività a favore della propria comunità facendo allo stesso tempo un’esperienza altamente formativa sul piano umano e su quello dello sviluppo del senso civico e professionale. Noi cureremo la loro formazione come fatto per i giovani degli scorsi anni, visto che si tratta di un “investimento” sul nostro futuro: molti di loro infatti sono poi rimasti come volontari nelle Pro Loco per le quali hanno operato, portando nuova linfa al nostro mondo”.

 

Condividi questa notizia