Spettacoli di Mistero da favola


di Valentina Carlessi

Un programma ricco di appuntamenti in scenari affascinanti e misteriosi, sette città e un centinaio di località coinvolte per una rassegna unica nel suo genere. Piazze, ville, teatri e castelli, tutto diventa scena per Spettacoli di Mistero, un festival dedicato interamente ai luoghi leggendari e misteriosi della regione Veneto che, per più di 40 giorni, terrà banco nei 7 capoluoghi.
Giunta al nono anno, la rassegna promossa da Unpli Veneto in collaborazione con la Regione, ha contato nell’ultima edizione oltre 80.000 presenze ed è diventata uno tra gli eventi autunnali più attesi dal pubblico veneto. Un evento che riporta alla luce le storie e le leggende dei nostri nonni, quelle legate al mistero e ai personaggi fantastici che popolavano le nostre montagne, la laguna, le città murate e così via.
Un progetto che affonda le radici nell’incredibile eredità della tradizione veneta grazie al ruolo delle Pro Loco, custodi da sempre della memoria storica di un luogo e dei suoi abitanti; depositarie di un sapere antico che mantiene inalterati i suoi valori, grazie ai volontari che lavorano costantemente per organizzare iniziative ed eventi legati ai prodotti tipici, alle specialità culinarie, ai riti di una tradizione ancora fortemente radicata in tutto il nostro territorio, alla storia, all’arte e cultura locale.
Con inizio il 28 ottobre e termine il 3 dicembre, il progetto Spettacoli di Mistero inizia tradizionalmente col fine settimana di Ognissanti, che in Veneto ha da tempo scalzato la definizione di Halloween. Un vortice fatto di spettacoli teatrali, serate di racconto, visite guidate, rievocazioni in costume e cene a tema, mostre di fotografie o di disegno, proiezioni e presentazioni di libri, passeggiate in mezzo alla natura o tra i borghi, performance artistiche, concerti, musical, ricostruzioni storiche e giochi per i più piccoli.
Oltre alle nuove Pro Loco che ogni anno allungano la lista dell’evento diffuso, dal 2017 Spettacoli di Mistero vanta nuove collaborazioni che supportano l’evento con una serie di iniziative collaterali. Tra i partner di rilievo che affiancheranno la manifestazione oltre a Fita Veneto, Federazione Italiana Teatro Amatoriale, compaiono Trekking urbano, iniziativa promossa dal Comune di Siena che il 31 ottobre proporrà “A passo di trekking tra misteri e leggende”, con itinerari differenziati per lunghezza e per difficoltà al fine di poter essere percorsi sia da persone allenate che da trekker meno esperti. Una rassegna sostenuta anche dal Gruppo Auchan, che indirà un suo concorso destinato alle scuole e legato ai temi del mistero e della conoscenza del territorio.
Un festival che farà rimpiangere il mancato dono dell’ubiquità dal momento che aprirà il sipario contemporaneamente in tutti e sette i capoluoghi di provincia nella giornata di sabato 28 ottobre. Tanti spettacoli e attività tutte diverse tra loro daranno il via alla Notte del Mistero, anteprima dell’intera rassegna.
Fondamentali tutti i volontari delle Pro Loco che aderiscono all’iniziativa, i quali riescono a dar vita ogni anno ad un calendario sempre più ricco. Tra gli eventi che vi consigliamo di non perdere ci sono: sabato 28 ottobre (in caso di maltempo domenica 29 ottobre o mercoledì 1 novembre) a Trichiana (BL) in località Melere si terrà Cavarnere, voci e silenzi dei boschi, passeggiata guidata notturna, serata di racconto, musica, degustazione. Martedì 31 ottobre nella Sala Teatro Zecchinelli a Grantorto (PD) racconti animati, sfilata delle lumere, degustazione, ballo e musica e intaglio di zucche daranno vita alla Festa della Lumera. La città di Rovigo per il weekend del mistero, sabato 28 ottobre, propone nella Sala della Peschiera Nuova la rappresentazione multimediale Rhodon...piacevol nome in greche voci. Nella provincia di Treviso, a Conegliano, partiranno da Palazzo Sarcinelli i percorsi guidati di Conegliano misteriosa. sabato 18 e domenica 19 novembre nella pittoresca Caorle, in Piazza Vescovado, la Pro Loco giuderà i percorsi intitolati I miracoli della Madonna dell’Angelo. A Villa Bartolomea - Chiesa di Santa Maria Assunta a Spinimbecco (VR), sabato 18 novembre avrà luogo Il mistero del gorgo di Spinimbecco, rappresentazione teatrale, itinerari guidati, musica e degustazioni. Nella provincia di Vicenza, a Montecchio Maggiore – Complesso Ipogeo delle Priare, domenica 15 e 22 ottobre riflettori puntati su La vita di Priaro, rappresentazione teatrale e itinerari guidati.
Un’edizione che riconferma inoltre il concorso collaterale Scatta l’ora del mistero, iniziativa che ha l’obiettivo di immortalare i momenti più significativi degli eventi che compongono la rassegna: dagli spettacoli con i loro protagonisti e il proprio pubblico alle location e ai misteri, enfatizzando l’aspetto evocativo della leggenda o mistero rappresentato.

Alberto Toso Fei è fondatore e direttore artistico di Spettacoli di Mistero, veneziano doc discende da un’antica famiglia di vetrai di Murano che risale al 1351.
Appassionato di storia ed esperto di misteri, la sua ricerca nasce da lontano, da quando decise che avrebbe raccolto le storie che sentiva raccontare dagli anziani, per non disperderle e fermarle nel tempo.
Gran parte del suo lavoro nasce dunque dal recupero della tradizione orale con l’idea di farla rivivere, ricreando il piacere della narrazione e del racconto.

Condividi questa notizia