Regolamento Nazionale dei Circoli Pro Loco-UNPLI


Visto il D.M. n. 559/C 116.12000° (121) del 18/06/1998 che ha conferito all’UNPLI la qualifica di Ente Morale e visto il D.M. n. 559/C 21714.12000°(121) del 11/02/2000 che ha concesso all’UNPLI quale ente rappresentativo delle Pro Loco d’Italia la facoltà di aprire in tutto il territorio nazionale circoli associativi, il Consiglio Nazionale dell’U.N.P.L.I nella riunione del 25 giugno 2000 ha ema­nato il seguente regolamento:

Art. 1. Costituzione.

Ogni Associazione Pro Loco aderente da almeno due anni all’UNPLI può costi­tuire un Circolo che deve assumere la denominazione di: Circolo UNPLI Pro Loco di…… dopo apposita e motivata delibera dell’Assemblea dei soci, che con­testualmente adotta integralmente il presente regolamento.

Dopo tale delibera, tramite il Comitato Regionale di appartenenza che deve esprimere il suo parere favorevole, la Pro Loco deve fare richiesta di apertura del Circolo all’UNPLI che deciderà entro giorni 60 dal ricevimento sulla richiesta di apertura.

Il numero minimo dei Soci componenti il Circolo è quello previsto dalla legge e comunque mai o inferiore a cinquanta.

Art 2. Cancellazione.

Il mancato rinnovo dell’affiliazione annuale a1l’UNPLI da parte della Pro Loco o per espressa deliberazione dell’UNPLI di diniego all’affiliazione nei confronti della Pro Loco comporta l’automatica cancellazione della affiliazione del Circolo UNPLI Pro loco, con espresso divieto da quel momento di utilizzare tale deno­minazione.

Art. 3. Funzioni.

Il Circolo non persegue fini di lucro ed esplica le proprie attività in sintonia con lo statuto della Pro loco di appartenenza.

La responsabilità del Circolo grava unicamente sulla Pro Loco di appartenenza e l’UNPLI espressamente non risponde a qualsiasi titolo per le attività del Circolo.
La gestione non può essere affidata a terzi.

Art. 4. Tesseramento.

La Pro Loco contestualmente alla richiesta di apertura deve versare all’ UNPLI la quota di affiliazione del Circolo e regolarizzare ogni tre mesi le quote relative ai nuovi Soci aderenti.
Possono frequentare il Circolo soltanto i soci in regola con il versamento della quota associativa annuale.
L’elenco (lei soci deve essere custodito ed esposto nei locali del Circolo ed una copia deve essere inviata all’UNPLI entro il 31 gennaio di ciascun anno, con aggiornamenti trimestrali obbligatori unitamente alle quote associative dei Soci vecchi e nuovi, sotto pena, in caso di inadempimenti della cancellazione della affiliazione del Circolo.

Art. 5. Ispezíoni

L’UNPLI Nazionale, tramite i propri Comitati regionali, può predisporre ove necessario, ispezioni presso i Circoli UNPLI.
In caso di inadempienze del Circolo, viene dichiarata la cancellazione dell’affiliazione con la conseguente sospensione del Circolo della Pro Loco aderente daIl’UNPLI, sino alla regolarizzazione della posizione o la cessazione delle ina­dempienze.
In caso di inadempienze le spese derivanti dalla effettuazione della ispezione sono a carico esclusivo della Pro Loco interessata.

Art.6. Gestione spacci e bevande.

L’UNPLI rilascia alla Pro Loco una dichiarazione attestante la sua affiliazione all’UNPLI e quanto necessario e di sua competenza ai fini della concessione (la parte delle Autorità comunali della licenza per l’esercizio di uno spaccio di bevande alcoliche e superalcoliche riservato ai soci del Circolo.

Art. 7, Gestione spacci alimenti e mense.

Per attivare lo spaccio di generi alimentari ed il funzionamento delle mense e necessario che il Circolo sia in possesso della licenza per l’esercizio di uno spaccio di bevande e si munisca anche dell’apposita autorizzazione igienico-sanitaria per i locali.

Art. 8. Insegna e marchio.

Ogni Circolo deve esporre all’esterno il logo ufficiale dei Circoli UNPLI Pro Loco e promuovere le iniziative e le manifestazioni dell’ UNPLI e delle Pro Loco ade­renti.

Art. 9. Quote di adesione

Vengono stabilite annualmente.

Condividi questa notizia