Convenzione Museo Leonardiano di Vinci


museo-vinciIl Museo Leonardiano ospita nelle due sedi di Palazzina Uzielli e del Castello dei Conti Guidi una delle raccolte più ampie e originali dedicate a Leonardo ingegnere, architetto e scienziato,  e più in generale alla storia della tecnica del Rinascimento.

Nel 1953 la IBM donò al Comune di Vinci una serie di modelli leonardiani: questo segnò il punto di partenza per la realizzazione del Museo, già concepito agli inizi del Novecento, che da allora ha arricchito le proprie collezioni grazie al contributo di studiosi, donatori e agli investimenti del Comune di Vinci.

Oggi il Museo Leonardiano è un importante un centro di approfondimento sugli studi tecnici e scientifici di Leonardo, presentati con rigoroso riferimento al contesto del Rinascimento. Le macchine e i modelli – che spaziano tra settori di studio diversi, così
come vaste e poliedriche furono le intuizioni di Leonardo – sono presentati con precisi riferimenti agli schizzi e alle annotazioni manoscritte dell’artista, affiancati anche da animazioni digitali e applicazioni interattive. Il Museo Leonardiano presenta l’opera tecnico scientifica di Leonardo in tutto il mondo con una particolare collezione itinerante, allestita periodicamente in varie mostre.

Il Percorso espositivo:
Palazzina Uzielli
Il percorso leonardiano inizia nella suggestiva Piazza de’Guidi, realizzata su progetto di Mimmo Paladino, sulla quale si affaccia la Palazzina Uzielli, prima sede del museo.

Al primo piano si trovano le sezioni dedicate alle macchine da cantiere, alla tecnologia tessile e agli orologi meccanici. La prima sala documenta le rielaborazioni leonardiane sulla base dei progetti del Brunelleschi per la costruzione della cupola del Duomo di Firenze. Il giovane Leonardo, apprendista presso la Bottega del Verrocchio, rimase profondamente impressionato dalla complessità delle macchine di quel cantiere nel quale poté assistere alle fasi di fusione e installazione della grande sfera di rame posta sulla lanterna della cupola.

La sala della tecnologia tessile documenta l’interesse di Leonardo per il ciclo produttivo dei tessuti e presenta  i suoi ambizioni progetti per giungere all’automazione del ciclo manifatturiero.
La passione del Vinciano per i meccanismi è testimoniata anche nella sala degli orologi meccanici che presenta i modelli di strumenti per la misurazione. All’interno della Palazzina Uzielli si trovano  anche le sale per esposizioni  temporanee ed un’ampia sala didattica per i percorsi didattici proposti dal museo.
Il Museo Leonardiano propone una vasta scelta di percorsi didattici con visite guidate, lezioni di approfondimento e laboratori per scoprire l’eredità di Leonardo e la sua città natale in una dimensione di divertimento e sperimentazione.

Castello dei Conti Guidi
Il Castello dei Conti Guidi ospita la seconda sede del percorso espositivo. Nelle sale della Rocca medievale si visitano al piano terreno le sezioni dedicate  all’architettura e ingegneria civile e  quella delle macchine da guerra, con gli studi di Leonardo sulle tecniche di fusione delle artiglierie. Il modello della grande ala battente fa da cornice alla Galleria dove si trova la sezione del volo che espone i modelli più noti della meccanica leonardiana e la sezione dei meccanismi e strumenti con in particolare i dispositivi  per il movimento  delle campane, disegnati da Leonardo.

Al primo piano troviamo la sala del Podestà con la grande gru girevole a piattaforma anulare, progettata da Brunelleschi per la costruzione della cupola di e, che rimanda alla storia delle macchine da cantiere documentata in Palazzina Uzielli.
Si giunge poi alla sala della bicicletta, che ospita anche il modello del carro automotore,  e alla sala dell’ottica  dedicata all’interesse di Leonardo per l’ottica fisica e per la prospettiva nella rappresentazione di figure tridimensionali.
La  sala delle acque presenta gli studi di Leonardo sul movimento nell’acqua con particolare riferimento alla navigazione fluviale, un tema affrontato spesso dagli architetti e gli ingegneri del Rinascimento. Chiude il percorso la sala video, allestita con i modelli di solidi disegnati da Leonardo per il De Divina Proportione di Luca Pacioli, dove sono in  proiezione documentari sulla vita e l’opera di Leonardo.

Orizzonti geniali
L’itinerario leonardiano continua nella torre del Castello con una suggestiva prospettiva “dall’alto”. La terrazza panoramica aperta al pubblico offre uno scenario davvero straordinario, ancora molto simile a quello che Leonardo raffigurò nelle sue celebri carte e disegni di paesaggio: da una parte le colline del  Montalbano,  dall’altra i borghi toscani e infine il profilo del Monte Pisano rappresentato nel Codice Madrid II.

Una piazza per Leonardo
La piazza de’Guidi, su cui si trova l’ingresso al Museo Leonardiano, introduce al  percorso museale dedicato a Leonardo. Questo suggestivo spazio urbano ad opera di Mimmo Paladino dialoga simbolicamente col museo stesso e con l’eredità di Leonardo secondo una sensibilità artistica contemporanea. Geometrie e forme astratte ispirate al poliedro, simbolo del Rinascimento, evocano la fiducia di Leonardo nella geometria e invitano il visitatore al gioco dei piani asimmetrici e variati, rivestiti con lastre di cardoso e incisi con intarsi in argento che rimangano ad antiche iconografie. Un sofisticato sistema di illuminazione trasforma piazza de’Guidi in una singolare scenografia notturna,  magico palcoscenico per il recital Ad Alta Voce che dà inizio in luglio alla stagione degli eventi estivi a Vinci.

Tariffe per i possessori della Tessera del Socio Pro Loco:

  • Visita al Museo Leonardiano: € 5,00 anzichè € 7,00
  • Visita al Museo Leonardiano + Casa Natale di Leonardo: € 6,00 anzichè € 8,00

Informazioni
Aperto tutti i giorni
9.30 – 19.00 da marzo a ottobre (chiusura biglietteria ore 18.15)
9.30 – 18.00 da novembre a febbraio (chiusura biglietteria ore 18.15)
25 dicembre e 1 gennaio ore 15.00 – 19.00
Accesso facilitato
Servizio di audio-videoguide

Museo Leonardiano di Vinci
piazza de’Guidi, 50059 Vinci (FI) – tel.0571933251; fax 0571 567930
info@museoleonardiano.itwww.museoleonardiano.it

Condividi questa notizia