I nostri principi


I valori del “sistema” Pro Loco che hanno portato alla nascita nel 1962 dell’Unione Nazionale delle Pro Loco oggi presente con proprie articolazioni in tutte le regioni Italiane e, a cascata, con articolazioni periferiche provinciali e sub provinciali possono essere sintetizzati in “un patto per lo sviluppo delle comunità locali”.

Oggi, contestualmente alla presentazione del bilancio, riteniamo responsabile farci carico di fissare concordemente i principi che orientano le evoluzioni organizzative del modo di stare insieme nel “sistema” Pro Loco. La pro Loco costituisce infatti una risorsa insostituibile per le comunità locali, il miglioramento costante delle forme in cui si esprime la mutualità di rete deve ispirarsi a principi che garantiscano lo sviluppo nella continuità; la fedeltà nell’innovazione, la coerenza nella modernità.

PRINCIPI DELLA CARTA DELLA COESIONE

1 – Principio di autonomia
L autonomia della singola Pro Loco è uno dei principi fondamentali del Movimento. L’autonomia si esprime in modo pieno e fecondo se si sviluppa nell’ambito del “sistema”  dell’Unione Nazionale delle Pro Loco.

2 – Principio di cooperazione
La cooperazione tra Pro Loco mediante le strutture locali, regionali, nazionali e internazionali è condizione per conservarne l’autonomia e la stabilità e migliorare la loro capacità di servizio ai soci e ai fruitori delle iniziative.

3 – Principio di mutualità
La “mutualità” di sistema è condizione per realizzare al meglio le forme di mutualità interna (con e verso i soci) ed esterna (con e verso il territorio) previste dalla normativa e dallo Statuto dell’UNPLI.

4 – Principio di solidarietà
La solidarietà all’interno delle singole Pro Loco e fra le Pro Loco è un principio irrinunciabile del Movimento. Contribuire a creare le condizioni migliori per la nascita, l’operatività e lo sviluppo durevole delle Pro Loco rappresenta un valore prioritario e costituisce interesse primario di ciascuna Pro Loco e dell’intero “sistema” del quale essa fa parte.

5 – Principio di legame col territorio
La Pro Loco nasce, vive e si sviluppa nel territorio. Di esso è espressione e al suo servizio si dedica completamente, in modo indiretto (favorendo i soci e gli appartenenti alla comunità locale in tutte le attività) e in modo diretto (favorendo la coesione sociale e la crescita responsabile e sostenibile del territorio).

6 – Principio di unità
L unità del “sistema” rappresenta un bene irrinunciabile per ciascuna Pro Loco. La convinta adesione delle Pro Loco alle Aggregazioni Locali e di queste alla Unione Italiana va perseguita costantemente, pur nel rispetto della volontarietà delle scelte.

7 – Principio di democrazia
lì principio di democrazia regola sia le relazioni tra i soci della singola Pro Loco sia le relazioni tra le Pro Loco all’interno delle strutture di natura associativa-consortile di cui nel tempo esse si sono dotate.

8 – Principio di sussidiarietà
Il “sistema ” dell’Unione Nazionale delle Pro Loco si fonda sul principio di sussidiarietà e si presenta come un sistema coordinato di autonomie basato su strutture operanti a vari livelli con funzioni distinte ma tra loro complementari.

9 – Principio di trasparenza
Le iniziative e le relazioni all’interno del “sistema” dell’Unione Nazionale delle Pro Loco sono improntate al principio di trasparenza e di reciprocità. Trasparenza significa stabilire relazioni ispirate alla chiarezza e favorire l’accessibilità e la circolazione delle informazioni a tutti i livelli.

Condividi questa notizia