Alto Piemonte, Bellezza da vivere: presentata alla Camera di Commercio la Tessera Unica del Socio Pro Loco


COMUNICATO STAMPA

  Alto Piemonte, Bellezza da vivere: presentata alla Camera di Commercio la Tessera Unica del Socio Pro Loco

 

 

 

 

 

 

 Novara, 13 dicembre 2021 – Si è svolto questa mattina, lunedì 13 dicembre, presso la sede di Novara della Camera di Commercio Monte Rosa Laghi Alto Piemonte l’incontro “Alto Piemonte: bellezza da vivere”, organizzato dall’Ente camerale e da UNPLI – Unione Nazionale Pro Loco d’Italia. Durante l’evento è stata presentata la tessera unica del socio Pro Loco che per l’annualità 2022 vede protagonisti i territori di Biella, Novara, Vercelli e Verbano Cusio Ossola.

«Per la prima volta il nostro territorio si presenta come meta turistica unica, con un’offerta a 360° grazie a risorse naturalistiche, culturali, enogastronomiche e ricreative: abbiamo tutto, tranne il mare, e possiamo contare sulla presenza di ben dieci siti UNESCO» ha commentato Fabio Ravanelli, presidente della Camera di Commercio «Con questa iniziativa la tessera, che verrà distribuita agli oltre 500mila Soci Volontari italiani, diventa un biglietto da visita per diffondere e far conoscere su tutto il territorio nazionale l’Alto Piemonte, una terra dove la bellezza non è solo da ammirare e gustare ma, soprattutto, da vivere».

All’incontro è intervenuto in collegamento Alberto Cirio, presidente di Regione Piemonte: «Siamo onoratissimi di essere sulla tessera 2022, che certifica il legame esistente tra il Piemonte e le Pro Loco: i contributi dati, grazie al lavoro dei volontari, vengono restituiti e moltiplicati. Per la prima volta inoltre – aggiunge Cirio – tra le voci di spesa della programmazione europea ci saranno anche le Pro Loco».

Presente all’evento anche Matteo Marnati, assessore all’ambiente di Regione Piemonte: «Parte così da oggi un vero e proprio percorso di valorizzazione di queste terre, per la cui promozione, sia in termini paesaggistici che sotto il profilo dei prodotti locali, dobbiamo lavorare tutti insieme per attrarre sul nostro territorio manifestazioni di grande rilevanza che possano richiamare turisti. Il futuro di un territorio si crea ragionando e lavorando insieme». L’assessore regionale ha inoltre ricordato la recente iniziativa che ha visto riuniti a Bruxelles, nella sede della Regione Piemonte, i rappresentanti delle imprese e degli enti del territorio del Piemonte Orientale con l’obiettivo di avviare un percorso di valorizzazione e promozione delle eccellenze di questo territorio e portarle nel cuore dell’Europa.

In rappresentanza della Provincia e del Comune di Novara è intervenuto Ivan De Grandis, consigliere provinciale con delega al turismo e marketing territoriale: «In ambito turistico la Provincia sostiene la direzione del quadrante, già intrapresa dalla Camera di Commercio, e che per noi rappresenta l’unica direzione possibile per fare squadra e cogliere le sfide e le opportunità che verranno, anche sul fronte delle risorse europee».

Ha quindi preso la parola Antonino La Spina, presidente nazionale UNPLI: «Dal 2018 abbiamo avviato la valorizzazione dei siti UNESCO sulla tessera, a partire da Matera, Catania, passando per le Colline del Prosecco per arrivare all’Alto Piemonte, un territorio davvero ricchissimo. Poter legare la nostra immagine ad un’area così importante – sottolinea La Spina – rappresenta un’occasione per celebrare la nostra storia, a centoquarant’anni dalla nascita della prima Pro Loco d’Italia».

Una lunga storia in merito alla quale Fabrizio Ricciardi, presidente UNPLI Piemonte, ha voluto ricordare il ruolo svolto dalle Pro Loco anche in termini di sostegno ai negozi di vicinato e alle rete commerciale ed economica delle comunità locali.

«La presenza sulla tessera è molta ambita: abbiamo già assegnato le annualità 2023 e 2024 – ha commentato Stefano Raso, referente nazionale tessera del socio UNPLI – La card di quest’anno ha la particolarità di vedere protagoniste quattro province di un unico territorio, quello dell’Alto Piemonte, che veicolerà con la propria immagine i valori di bellezza, patrimonio immateriale e comunità di cui la tessera è simbolo».

È quindi seguito un focus dedicato al Turismo sostenibile nei borghi e nei paesaggi tra i siti UNESCO del Piemonte a cura del professor Andrea Rolando del Dipartimento di Architettura e Studi Urbani del Politecnico di Milano. «Mettere al centro i territori di margine è la strategia che abbiamo per operare un riequilibrio territoriale: occorre cambiare paradigma e punto di vista, dando centralità agli abitanti». Rolando ha ricordato a questo proposito il Grand Tour UNESCO del Piemonte costituito da 25 siti UNESCO lungo un anello di 600 km, progetto che Rolando ha ideato e realizzato a cura di VisitPiemonte, Regione Piemonte e Unioncamere.

 

Condividi questa notizia