NULLA RIUSCIRÀ A FERMARE LA PASSIONE DELLE PRO LOCO


di Antonino La Spina - Presidente Nazionale UNPLI

Andare avanti, mantenere accesa la passione e continuare a spenderci a vantaggio dei nostri territori. Sono queste le coordinate per superare la tempesta, uscirne più forti e rilanciare la nostra azione. Il Covid-19 cambierà per qualche tempo le nostre abitudini, le misure di contenimento di questo virus bloccheranno ancora per un po’ le nostre iniziative, ma certamente non fermeranno la passione che anima le Pro Loco. Nel momento più difficile per l’Italia sono state molte le Pro Loco che hanno fornito un contributo importante, mettendosi a disposizione dei territori con raccolta fondi, distribuendo mascherine e con altre attività concrete. È questo lo spirito giusto per affrontare le sfide che ci riserva il futuro prossimo. In questa fase occorre adattarsi ad una situazione nuova, d’emergenza, continuando a guardare avanti con ottimismo; ne è un esempio concreto lo stesso “Arcobaleno d’Italia” che nonostante l’attuale stop agli eventi, abbiamo fortemente voluto; è stata cucita una nuova linea editoriale, sagomandola all’attuale situazione, optando per la sola pubblicazione on line. La rivista offre più approfondimenti e numerosi link a contributi multimediali per tornare a rivivere e scoprire eventi e luoghi in maniera virtuale, in attesa di poterlo fare dal vivo. Seguendo lo stesso filo conduttore, stiamo cercando di capitalizzare al massimo questo periodo per assicurare ai nostri associati la possibilità di aggiornarsi sui temi relativi al corretto svolgimento delle attività (attraverso dei webinar) e di acquisire ulteriori competenze (con la disponibilità di accedere ad una piattaforma avanzata nel digital marketing). Iniziative che ci consentiranno di ripartire con la consapevolezza di poter fare ancora di più e meglio. È chiaro, allo stesso tempo, che sul fronte delle prospettive future è costante l’interlocuzione con le istituzioni affinché supportino concretamente l’universo delle Pro Loco; il venir meno degli eventi ha inciso pesantemente sulle entrate di ogni singola associazione, né tantomeno possiamo aspettarci grandi aiuti dalle casse sempre più disastrate dei Comuni. Alla luce della situazione che si è delineata, è già stata avanzata all’esecutivo nazionale la richiesta di creare un fondo di garanzia con il quale programmare gli eventi ed essere pronti per ripartire, appena sarà possibile. Il report della Cgia di Mestre ha certificato il ritorno in termini di promozione turistica ed economica delle attività svolte dalle nostre associazioni: pur in una situazione complessivamente difficile ci auguriamo che la nostra proposta venga accolta. A noi, a tutti noi, non resta che continuare a fare quello che abbiamo sempre fatto. Spenderci a vantaggio dei territori, anche se con modalità diverse, con la generosità e la passione che da sempre contraddistinguono le Pro Loco. Gli eventi, le sagre, le iniziative torneranno, è solo questione di tempo. E noi saremo pronti.

Condividi questa notizia