Il Biagio delle Castellare a Castello Tesino (TN) | 23 febbraio – 1 marzo 2020


Il “Biagio delle Castellare” trae origine da un evento storico realmente accaduto nel 1365, quando si registrò la sconfitta del Conte Biagio delle Castellare, crudele vessatore di Valsugana e Tesino. La storia narra come il Conte tradì la famiglia Da Carrara, protettrice della zona, per schierarsi con i nemici Austriaci. Fu così che l’esercito Carrarese ed i Tesini, armati di forche e bastoni, presero d’assedio Castello d’Ivano riuscendo a catturare il Biagio che vi si era rifugiato. La folla chiese a gran voce la testa del perfido Conte ma Francesco Da Carrara scelse di risparmiarlo per fini politici ed il popolo dovette quindi accontentarsi di simulare il processo al tiranno impiccandone infine solamente l’effige sulla pubblica piazza.

Ancora oggi, solamente una volta ogni cinque anni, il Tesino rivive quei fatti inscenando la sommossa popolare ed il processo al tiranno per celebrare l’indomito spirito della popolazione Tesina che mai si piegò alle angherie del Conte Biagio. Questa caratteristica kermesse, un unicum fra i carnevali del panorama storico italiano, ha resistito allo scorrere del tempo ed ai severi tentativi di soppressione dovuti a censure religiose e divieti, rimanendo pressoché immutata nei secoli. L’evento, con il suo programma ricco di appuntamenti che si terranno fra domenica 23 febbraio e domenica 1 marzo, è organizzato dai comuni del Tesino con il supporto imprescindibile di una cordata di associazioni fra cui spiccano le Pro Loco di Castello, Pieve e Cinte Tesino.

Domenica 23 febbraio alle 20:30 la manifestazione sarà inaugurata dallo spettacolo “Raccontando e musicando il Biagio: storie e musiche di libertà” con la suggestiva narrazione del Dott. Dorigato accompagnato al pianoforte dal Maestro Antonio Giuffrida. Fra gli appuntamenti più significativi del “Biagio” segnaliamo quello del 25 febbraio, Martedì Grasso, quando verrà inscenato l’assalto al Castello d’Ivano alla ricerca del Biagio; la cattura del Conte sarà poi festeggiata con una “bigolada” per tutti presso la Piazza Municipio a Strigno a partire dalle 12:30.

Numerose iniziative animeranno i borghi del Tesino sabato 29 febbraio: dai giochi medievali, alle leggende, sino agli spettacoli di fuochi. A partire dalle ore 19:00 inoltre, il Centro Polifunzionale di Pieve Tesino ospiterà la Cena Medievale con sapori e profumi d’altri tempi accompagnati da musica d’epoca in sottofondo.

Dulcis in fundo, domenica 1 marzo sarà la giornata clou della manifestazione con la grande sfilata in costume fra Castello a Pieve Tesino, il processo al Conte e la grande festa in Piazza Crosara (Castello Tesino), musica e pastasciutta per tutti.

Potete consultare il programma dettagliato del Biagio delle Castellare sulla pagnia facebook Biagio delle Castellare

Condividi questa notizia