‘Premio Genius Loci, Competition for a good innovation’ | fino al 28 febbraio 2021


La Pro Loco di Villaricca sostiene il “Premio Genius Loci, Competition for a good innovation”, la prima Call for ideas lanciata da AES – Associazione Economia e Sviluppo con lo scopo di incentivare lo sviluppo di nuove idee per fare leva sulle potenzialità del territorio e sfruttare la nuova spinta all’innovazione sociale.
L’idea di una Call innovativa e l’istituzione del Premio sono il risultato di un impegno fruttuoso del Presidente AES Tommaso Di Nardo, da decenni anche al fianco della Pro Loco. Ci accomuna da sempre la volontà di riesplorare la dimensione locale nel segno di una valorizzazione di beni che il territorio offre e che per anni sono rimasti nell’ombra.
La Call è aperta a tutti. Il bando in versione integrale è disponibile sul sito AES www.economiaesviluppo.org.

Di seguito, il Comunicato stampa.

Premio Genius Loci Competition for a good innovation Call For Ideas AES per le migliori idee innovative nel campo della fruizione dei beni culturali e della tutela dell’ambiente in Campania, del social design, della didattica a distanza e dello smart working. Scadenza 28 febbraio 2021. Premio di 1.000 euro per la migliore idea.  COMUNICATO STAMPA  Giugliano in Campania, 14 gennaio 2021 – AES – Associazione Economia e Sviluppo, dopo il progetto Giugliano Scuola di Impresa, in sinergia con HUB Spa, apre a Giugliano in Campania InnovationLab, il primo laboratorio di innovazione territoriale dedicato alla creatività culturale e al social design. Il “Premio Genius Loci Competition for a good innovation” è la prima Call For Ideas lanciata da AES con lo scopo di incentivare lo sviluppo di nuove idee per fare leva sulle potenzialità del territorio e sfruttare la nuova spinta all’innovazione sociale. “Il 2021 propone nuove sfide ai territori e alle comunità locali. Nell’esplosione del digitale che apre spazi sconfinati all’iper-connessione, diventa fondamentale riesplorare il locale e ripensare integralmente il rapporto tra l’uomo e l’ambiente. Nella ricerca di una nuova dimensione vitale, c’è spazio per idee innovative che riutilizzino il territorio secondo nuovi modelli di fruibilità sia in campo culturale sia in campo sociale. Pensiamo al mondo dell’istruzione, ma anche a quello della socialità e dello spazio urbano o a quello della mobilità e dell’accessibilità ai servizi quotidiani. Pensiamo ai bisogni fondamentali e alle esigenze che tali bisogni si sostanzino in nuove soluzioni di prossimità. Ma pensiamo anche alla rivalorizzazione dei tanti beni che il territorio continua ad offrire e che per anni sono rimasti poso sfruttati. Innanzitutto, i beni culturali, soprattutto quelli delle aree periferiche meno utilizzati. Le nuove tecnologie possono contribuire al riuso di tali beni. Affinché questo avvenga nel rispetto della storia umana e dell’ambiente è necessario che le nuove tecnologie siano contestualizzate e compatibili con i fondamentali valori di civiltà umana”. Sono queste le motivazioni principali – secondo il presidente di AES Tommaso Di Nardo – che ci spingono a lanciare una Call innovativa e ad istituire il Premio. Seguiranno incontri e momenti di approfondimento con esperti e partner di AES per aiutare i partecipanti a sviluppare al meglio le proprie idee. Il premio sarà assegnato da una giuria tecnica esterna nominata da AES. Tutte le idee valide saranno, inoltre, accompagnate dal team formato da AES e dai partner di progetto, nello sviluppo dell’idea imprenditoriale e, laddove possibile, nel finanziamento.

La Call è aperta a tutti. È necessario prendere visione del bando integrale disponibile sul sito web di AES all’indirizzo www.economiaesviluppo.org.

Allo stesso indirizzo è disponibile il form per presentare la propria idea. Possono partecipare singoli innovatori oppure team di innovatori residenti nella regione Campania. La scadenza della Call è fissata per il 28 febbraio 2021. Le migliori idee saranno selezionate per partecipare alla fase finale in programma nel mese di maggio 2021. *** AES – Associazione Economia e Sviluppo APS è un’Associazione di Promozione Sociale iscritta al Registro Regione Campania delle APS dedita all’attuazione di attività finalizzate allo sviluppo economico e culturale del territorio ed alla promozione dell’imprenditorialità quale leva principale di sviluppo personale, sociale e territoriale.  AES nasce in Campania e precisamente nei territori a nord di Napoli che hanno il loro baricentro nel comune di Giugliano di Campania.  Ha organizzato e promosso corsi di formazione imprenditoriale a partire dal 2015 a Giugliano, Portici e Pozzuoli. Si ispira al possibilismo economico di Eugenio Colorni ed Albert Hirschman ed è collegata in partnership con “A Colorni-Hirschman International Institute” fondato e presieduto dai prof. Luca Meldolesi e Nicoletta Stame, con HUB Spa Coworking e Incubatore di Imprese di Giugliano in Campania ed Entopan – Harmonic Innovation HUB. Nel 2015, AES ha dato vita al progetto “Giugliano Scuola di Impresa” organizzando corsi in gestione e direzione d’azienda, project work aziendali e co-finanziando borse di studio per partecipare a programmi formativi internazionali come il Global Village for Future leaders in Business and Industry. L’Associazione opera con altri partner territoriali in un’ottica di rete collaborativa. Tra questi, Eupolis, la Scuola di Formazione all’Impegno Sociale e Politico della diocesi di Aversa, HUB Spa, Coworking e Maker Space a Giugliano, le Pro Loco del territorio, l’associazione “Il Miglio Santo” di Pagani, il progetto Policoro della diocesi di Pozzuoli oltre che con figure professionali del territorio.  AES è, inoltre, ente accreditato da Invitalia – Agenzia nazionale per l’attrazione degli investimenti e lo sviluppo d’impresa S.p.A – per consulenza di indirizzo e supporto alla presentazione della domanda “Resto al Sud”. AES è iscritta negli elenchi del volontariato per il 5 per mille con il codice fiscale 95208180638. I fondi raccolti e ogni altra donazione ad AES sono destinati alla promozione dell’imprenditorialità sul territorio con particolare riguardo ai soggetti meritevoli che hanno bisogno di risorse per sviluppare le proprie idee innovative e promuovere l’innovazione sociale.

Condividi questa notizia